Riti della Settimana Santa in Sicilia

Riti Settimana Santa Sicilia

«A Pasqua ogni siciliano si sente non solo spettatore ma attore, prima dolente, poi esultante, d’un mistero che è la sua stessa esistenza»
Gesualdo Bufalino

I riti della Settimana Santa in Sicilia si possono ritrovare in molte delle città siciliane, differenti per via delle varie influenze culturali e storiche che hanno riguardato le varie zone della Sicilia ma accomunati tutti dalla stessa devozione e passione con la quale il popolo siciliano li organizza e vi partecipa. Dai Misteri di Trapani alla Settimana Santa di Ispica tanti sono gli eventi e le manifestazioni organizzati in tutte le province siciliane nelle settimane che precedono la Pasqua.
I giorni con più eventi sono:

  • Domenica delle Palme
  • Giovedì Santo
  • Venerdì Santo
  • Domenica di Pasqua

Non mancano però manifestazioni anche prima della Domenica delle Palme, per esempio ad Ispica (RG) già il Venerdì prima c’è una rappresentazione vivente della Via Crucis, mentre per tutta la Settimana Santa ogni città ha le sue feste tradizionali.

Tra le tante città ricordiamo:

  • Caltanissetta, per i riti celebrati già dal Martedì Santo (“La Scinnienza“), il Giovedì Santo quando sfilano per la città 16 gruppi sacri e il Venerdì Santo con la processione del Crocefisso ligneo.
  • Trapani con la processione dei Misteri del Venerdì Santo che dura anche 24 ore.
  • Enna con la Settimana Santa degli Incappucciati
  • Ispica con le processioni del Giovedì Santo con il Cristo alla Colonna, del Venerdì Santo con il Cristo con la Croce e con il trionfale incontro tra Gesù Risorto e la Madonna a mezzogiorno della Domenica di Pasqua.
  • Scicli con la caratteristica processione della Domenica di Pasqua della statua dell’Uomo Vivo (Cristo Risorto) al grido di “Gioia“, per le vie della città già nota per la serie del Commissario Montalbano.
  • Modica per la Madonna Vasa Vasa che la Domenica di Pasqua incontra il Cristo Risorto per il tradizionale “bacio di mezzogiorno“.

Riferimenti:
Wikipedia