Porto Empedocle

La mia posizione
Ottieni i Percorsi

Informazioni su Porto Empedocle

Porto Empedocle (Marina di Girgenti o ‘a Marina in siciliano) è un comune italiano di circa 16 mila abitanti della provincia di Agrigento in Sicilia.

Divenuta nota al pubblico di Montalbano con il nome di Vigata, città dove sono state girate molte scene della serie televisiva di Camilleri, scrittore nato proprio in questa città.

Da Porto Empedocle partono i traghetti per l’isola di Lampedusa e l’isola di Linosa.

Cosa vedere

  • Chiesa Madre, dedicata al Santissimo Salvatore, a San Gerlando e all’Immacolata
  • Torre Carlo V
  • Chiesa San Gerlando (ex chiesa madre, oggi sconsacrata e divenuta auditorium)
  • Chiesa Maria Santissima del Carmine (altipiano Lanterna)
  • Chiesa di Santa Croce
  • Chiesa cristiana evangelica via Diaz Assemblee di Dio in Italia
  • Teatro Empedocle
  • Palazzo della Guardia Costiera
  • Palazzo di Città
  • Villa Romana
  • Monumento ai caduti delle guerre mondiali
  • Monumento ai caduti del mare
  • Stazione-Museo di via Lincoln
  • Monumento a Luigi Pirandello
  • Busto del filosofo Empedocle sito nell’omonima piazza
  • Statua del commissario Montalbano
  • Busto di Luigi La Porta

Manifestazioni

Festa della Madonna del Carmine

Dal 1863 si celebra la Festa della Madonna del Carmine, protettrice di Agrigento e quindi anche di Porto Empedocle, che dal capoluogo prese origine; essa è la più antica manifestazione del paese. L’evento ha la durata di tre giorni: il venerdì, il sabato e domenica successivi al 16 luglio.

Festa del mare

Dal 1955, alla festa della Madonna del Carmine è abbinata una Festa del mare, che comprende la varchiata a mari, ossia una animata processione a mare al seguito dell’imbarcazione recante la sacra effigie della Madonna del Carmine; il percorso è illuminato da fiaccole multicolori e dal suono delle sirene delle navi. La festa comprende anche i tradizionali giochi a mari (giochi a mare), tra cui l’antenna a mari (in cui si deve afferrare una bandiera fissata all’estremità di un’asta insaponata e fissata sulla poppa di un peschereccio) e la Padellata, ossia la frittura in un’enorme padella di pesci poi distribuiti gratuitamente alla popolazione. Al termine della festa la folla rientra insieme all’effigie sacra nella Chiesa Madre.

Foto

Porto Empedocle

Riferimenti