Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

Andrea Camilleri

(Ph. Marco Tambara)

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925) è uno scrittore, sceneggiatore e regista italiano.

Biografia

Nasce il 6 settembre del 1925 a Porto Empedocle (AG), figlio unico di Carmelina Fragapane e di Giuseppe Camilleri. Attualmente vive a Roma.

Carriera

Oltre alla carriera di regista teatrale (iniziata nel 1942) dal 1959 a tutti gli anni sessanta ha lavorato per la RAI come delegato alla produzione per diversi sceneggiati e fiction.

Nel 1977 gli viene affidata la cattedra di regia all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica che manterrà per vent’anni.

La carriera da scrittore inizia nel 1978 Il corso delle cose scritto dieci anni prima e pubblicato da un editore a pagamento con l’impegno di citare l’editore stesso nei titoli dello sceneggiato TV tratto dal libro, La mano sugli occhi: è un insuccesso.

Nel 1980, pubblica con Garzanti Un filo di fumo, primo di una serie di romanzi ambientati nell’immaginaria cittadina siciliana di Vigata a cavallo fra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Grazie a quest’ultima opera Camilleri riceve il suo primo premio letterario a Gela. Nel 1992 riprende a scrivere dopo dodici anni di pausa e pubblica La stagione della caccia presso Sellerio Editore. Camilleri diventa un autore di grande successo e i suoi libri, ristampati più volte, vendono mediamente intorno alle 60 000 copie.

Nel 1994 pubblica La forma dell’acqua, primo romanzo poliziesco con il commissario Montalbano, e arriva il grande successo. Dal 1995 al 2003 si amplia il fenomeno Camilleri, che di fatto esplode nel 1998. Titoli come Il birraio di Preston (1995) (quasi 70.000 copie vendute), La concessione del telefono e La mossa del cavallo (1999) vanno a ruba, mentre la serie televisiva su Montalbano, interpretato da Luca Zingaretti, ne fa ormai un autore cult.

Fino ad oggi Camilleri ha venduto più di 10 milioni di copie.

Riferimenti